dintorni e svago

Castione Andevenno

Il paese di Castione Andevenno si sviluppa a pochi Km da Sondrio in una conca naturale che lo protegge dal vento della valle creando un clima più temperato specialmente nelle mezze stagioni.
L’estate a Castione And. è calda le passeggiate nei sentieri tra i vigneti sono rilassanti e rinfrescanti l’inverno anche se nevoso non fa mai paura l’esposizione al sole aiuta a ripulire le strade dalla neve. Castione Andevenno è un piccolo paese sulla sponda retica delle alpi Valtellinesi, abitato fin dai tempi più remoti, difatti ci sono delle rocce con incisioni rupestri.

Incisioni Rupestri

Tra i boschi e i vigneti di Castione possiamo trovare delle interessanti incisioni rupestri che le popolazioni preistoriche hanno lasciato in segno del proprio passaggio, incidendo sulla roccia suggestive rappresentazioni di vita quotidiana. Graffiti che coprono un arco di tempo che va dal tardo Neolitico all’Età del Ferro: guerrieri, animali, figure antropomorfe distribuiti sulla superficie della roccia.

Itinerari:passeggiate e mountain-bike

Castione Andevenno alla quota di circa 450 m. una miriade di itinerari si districano dal paese verso tutta la Valtellina con percorsi a mezza costa, con panorami bellissimi immersi nei vigneti che fanno da cornice. A piedi o in mountain- bike sentieri di montagna ci portano fino alla cima passando tra i boschi di castagni alle pinete per poi arrivare ai laghi alpini di Collina e di Arcoglio.

Le piramidi di Postalesio

Con una piccola passeggiata tra i vigneti possiamo raggiungere il paese vicino Postalesio, per visitare le piramidi un fenomeno naturale davvero unico, uno spettacolo dall’innato valore artistico che ci viene offerto dalla natura in un ambiente molto particolare, un piccolo deposito morenico con detriti di diversa dimensione, dove si manifesta il fenomeno delle piramidi di terra.

Località sciistiche: Valmalenco, Caspoggio

Da Castione Andevenno la località più vicina è il comprensorio della Val Malenco , circa mezzora per arrivarci e trovare una ski area attrezzata con: Piste Sci Alpino : km 60 ( 8 blu, 13 rosse, 6 nere ) Totale impianti di risalita : 13 ( 17.970 persone / ora ) Piste Sci di Fondo : 48 km Snowboard : Half-pipe, Snowpark, Boardercross e Baby park, campi scuola, noleggio, scuole sci.

Località: Aprica

Da Castione Andevenno per raggiungere la località del comprensorio dell’Aprica, circa trequarti d’ora per arrivarci e trovare una ski area attrezzata con: Piste Sci Alpino : km 115 ( 6 blu, 11 rosse, 4 nere )Totale impianti di risalita : 18 ( 24.000 persone / ora ) Piste Sci di Fondo : 14 kmSnowboard : Snowpark e Baby park, campi scuola, noleggio, scuole sci.

Località: Bormio

Da Castione Andevenno per raggiungere la località del rinomatissimo comprensorio di Bormio, circa un ora per arrivarci e trovare una ski area attrezzata con: Piste Sci Alpino : km 50 ( 10 blu, 9 rosse, 3 nere ) Totale impianti di risalita : 16 ( 23.000 persone / ora ) Piste Sci di Fondo : Snowboard : Snowpark, Half-pipe, Rails, Jumps e Baby park, campi scuola, noleggio, scuole sci.

Località: Madesimo Campodolcino

Da Castione Andevenno per raggiungere la località dello sfizioso comprensorio di Madesimo, circa un ora per arrivarci e trovare una ski area attrezzata con: Piste Sci Alpino : km 60 ( 15 blu, 13 rosse, 5 nere ) Totale impianti di risalita : 12 ( 26.260 persone / ora ) Piste Sci di Fondo : 25 km Snowboard : Half-pipe e Baby park, campi scuola, noleggio, scuole sci.

Santuario della Sassella

Tra i vigneti di Castione Andevenno e Sondrio sorge il Santuario della Beata Vergine della Sassella. La costruzione della struttura originaria risale al 932, quando la Madonna apparve all'arciprete di Sondrio chiedendo che venisse costruito un Santuario in suo onore. La struttura attuale risale al XV secolo e conserva al suo interno i dipinti originali. Ha una struttura a pianta unica suddivisa al suo interno in tre campate con archi a volta; alcune strette monofore e finestre consentono di illuminarne l'interno. Il rosone venne invece chiuso fra il 1682 e il 1685 quando sul fronte della costruzione venne eretto il porticato. Al suo interno è conservato un pregevole altare ligneo risalente al 1683, oltre a pregevoli affreschi. Sulla strada che porta al Santuario sono state erette sei cappelle dedicate ai misteri del rosario

Santuario della Madonna di Tirano

Solo una trentina di chilometri mezzoretta possiamo visitare il Santuario della Madonna di Tirano. All'alba del 29 settembre 1504, sul ponte del torrente Poschiavino, la Madonna apparve a Mario Omodei chiedendo che in quel luogo venisse eretto un tempio a lei dedicato e promettendo di arrestare il flagello della peste che si stava abbattendo sulla Valtellina. Sorse così una piccola cappella, il 25 marzo del 1505 inizio la costruzione del Santuario che venne Consacrato nel 1528 e ultimato nel 1703. Il Santuario dall'architettura rinascimentale, ha pianta a croce latina e interno a tre navate. Numerose sono le opere in esso conservate. Appena entrati si può scorgere la Cappella dell'Apparizione in cui è conservato un gruppo ligneo raffigurante la Vergine; l'altare maggiore, opera di G.B. Galli, Di pregevole fattura è l'organo, composto da 2200 canne in stagno, ancora funzionante . Funzione particolare riveste la sagrestia nella quale è conservato il "libro dei miracoli" sul quale sono annotati e descritti i miracoli avvenuti tra il 1504 e il 1519.

Trenino rosso del Bernina

Sempre a Tirano, circa una mezzoretta da Castione Andevenno troviamo Una delle ferrovie più alte d'Europa, parte da Tirano a 492 metri di quota, raggiunge i 2257 metri dell' Ospizio del Bernina e scende fino ai 1775 di St. Moritz, attraversando scenari alpini mozzafiato. Il trenino rosso del Bernina è dotato di carrozze moderne, servite da minibar, alcune delle quali completamente scoperte, da cui è possibile ammirare il panorama a 360°. Questa gita offre la possibilità di passare alcune ore a stretto contatto con la natura, respirare il profumo dei boschi, lasciarsi accarezzare dalla brezza. Dal luglio 2008 la ferrovia Retica ha ottenuto il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell'Unesco

Castello Grumello a Montagna in Valtellina

Poco più di dieci minuti da Castione Andevenno il Castello Grumello, possiamo raggiungerlo anche con una bella passeggiata tra i vigneti del Sassella e quelli del Grumello, deve il suo nome al dosso roccioso (grumo) sul quale è stato edificato. La sua costruzione è compresa tra la fine del duecento e l'inizio del trecento ad opera della famiglia ghibellina dei De Piro. Grazie alla sua posizione strategica domina la città di Sondrio e buona parte della valle. L'edificio è composto da due costruzioni circondate da mura. La prima, a occidente, era probabilmente adibita a uso residenziale, come testimoniano i ruderi di una sala camino. Le feritoie ricavate nelle mura fanno supporre la presenza di un corpo di guardia. La seconda costruzione, a oriente, aveva una funzione prettamente difensiva testimoniata dall'esistenza di un'alta torre di avvistamento. Venne distrutto nel 1526 dai Grigioni, la struttura originaria era infatti molto più ampia di quella attuale, come è testimoniato dagli scavi archeologici attualmente in corso.

Rafting & Canoa

Nel Comune di Castione Andevenno possiamo trovare l’associazione sportiva dilettantistica Indomita Valtellina River ha sede presso la Stazione F.S. in via Nazionale, nasce nel 1994 per volontà di un gruppo di amici uniti dalla passione per la natura e per gli sport d’acqua viva. Grazie all’impegno del proprio staff tecnico e all’entusiasmo dei tanti soci e amici che in questi anni si sono riuniti intorno all’associazione, l’Indomita ha saputo crescere, diventando punto di riferimento provinciale per gli sport fluviali sia a livello agonistico sia turistico. Da aprile a novembre l’Indomita Valtellina River organizza escursioni in gommone lungo l’asta dell’Adda compresa tra Stazzona e Castione. Tutto il materiale necessario alla discesa viene fornito dall’associazione (muta, casco, giubbotto salvagente), occorrono solo costume e scarpe da ginnastica. Le escursioni, varie e suggestive, sono adatte sia ai principianti, sia a chi ha già esperienza (discesa dei vigneti, discesa del ponte antico, discesa dell’airone cenerino, discesa dei sette ponti). 

Golf

Al confine del comune di Castione Andevenno sulla sponda opposta del fiume adda a pochi minuti un bellissimo campo da Golf 18 BUCHE PAR71 –lunghezza 6171 metri con un percorso che alterna buche molto lunghe ad altre più corte, rese intriganti dai molti ostacoli in agguato. Queste caratteristiche consentono di non annoiarsi mai rendendo il campo gradito ai giocatori di ogni livello e adatto a gare anche di spessore. Nel pomeriggo, il vento che soffia da est a ovest costringe ad attente valutazioni circa il colpo da effettuare . il campo è apprezzato per il suo manto erboso particolarmente compatto, gerrn sempre perfetti con un rough mantenuto volutamente un pò folto.

Aereoporto

Sul fondo Valle a confine con Castione Andevenno troviamo anche una stupenda avio superficie attrezzata per emozionanti esperienze che si provano quando proviamo a solcare il cielo circondati dalla bellissima corona delle Alpi. Le correnti ascensionali disegnano per noi un susseguirsi di linee quasi fossimo architetti del cielo. Sono emozioni impagabili per chi per la prima volta affronta l’ebrezza di un volo sia esso in aereo da diporto o in aliante. Tutto questo è quanto di pregevole ci offre l’Aero Club di Sondrio nella base operativa di Caiolo.

Sentiero Valtellina

Castione Andevenno è situato praticamente nel mezzo del Sentiero Valtellina, un percorso ciclo-pedonale che attraversa buona parte del fondovalle della provincia di Sondrio. Quasi 150 chilometri adatti a tutti per scoprire la Valtellina sotto una veste nuova, non solo alte vie e vette imponenti, ma anche escursioni tranquille e rilassanti che si possono fare sia a piedi che in bicicletta, lungo il corso del fiume Adda. il Sentiero Valtellina si presenta inoltre come una sorta di “dorsale” dalla quale si diramano numerosi percorsi che  offrono alternative curiose per chi vuole scoprire la montagna: boschi e vigneti, alpeggi e rifugi da raggiungere di buona lena o con passo lento sempre partendo dal fondovalle.